Costa al fotofinish su Alessandria, passi in avanti ma strada ancora lunga

Torna alla vittoria la Irritec Capo d’Orlando in un finale non per deboli di cuore. È un canestro di Avanzini, sulla sirena, a regalare una vittoria che sembrava essere sfuggita quando a 90 secondi dalla fine la Costa era sotto di quattro punti. Finisce 61 a 60 per i biancorossi che si aggiudicano un match molto equilibrato.

Primi dieci minuti giocati a ritmo alto da entrambe le squadre. Alessandria ha in Serafini un importante bocca di fuoco e dopo soltanto 4 minuti è già in doppia cifra. La Costa d’Orlando risponde colpo su colpo grazie ad un ottimo primo quarto di Bolletta e Riccio. Si va al primo riposo sul 21 a 22 per gli ospiti. Il secondo parziale vede le due formazioni stringere le maglie difensive e realizzare molto meno. La Irritec Capo d’Orlando ci mette ben tre minuti prima di segnare e Alessandria ne approfitta. Troppi gli errori in fase offensiva dei padroni di casa e i piemontesi colpiscono sistematicamente con rapidi pick and roll concretizzati da Pavone e Serafini. Black out per la Costa che va negli spogliatoi sotto di 11 sul 29 a 40 (parziale finito 8 a 18).

Quella che rientra dall’intervallo lungo è una Costa decisamente diversa. Grazie ad una difesa efficace e a rapidi contropiedi riesce a recuperare lo svantaggio ed a chiudere il terzo quarto avanti di uno (47-46). L’ultimo parziale è molto equilibrato e si decide soltanto sulla sirena con il canestro di Avanzini figlio di una rimessa perfettamente giocata dalla Costa d’Orlando a meno di due secondi dalla fine. Due punti fondamentali per la Irritec Capo d’Orlando che sale a quota otto in classifica.

Rimane con i piedi ben saldi per terra il Presidente Mauro Giuffrè che a fine gara ha dichiarato: “Ho notato passi in avanti della squadra ma c’è ancora da migliorare. Come società siamo pronti ad intervenire per migliorare ulteriormente” ha concluso il numero uno della Costa d’Orlando

Irritec Capo d’Orlando – Fortitudo Alessandria Sandàra 61-60 (21-22, 8-18, 18-6, 14-14)

Irritec Capo d’Orlando: Bolletta 15 (2/8, 3/4), Riccio 13 (2/6, 3/9), Avanzini 11 (5/10, 0/0), Teghini 8 (1/5, 0/4), Di Coste 6 (3/4, 0/1), Perez 5 (1/3, 1/5), Crusca 3 (0/0, 1/4), Ferrarotto 0 (0/1), Spasojevic 0 (0/2,), Ciancio ne, Paparone ne, Ciccarello ne

Tiri liberi: 9 / 14 – Rimbalzi: 37 12 + 25 (Perez 8) – Assist: 14 (Teghini 8)

Fortitudo Alessandria Sandàra: Sperduto 17 (2/8, 4/9), Serafini 15 (4/7, 1/1), Lemmi 11 (3/6, 1/2), Pavone 7 (3/5), Zampogna 5 (2/3, 0/4), Paoli 3 (0/1, 1/3), Gay 2 (1/3, 0/5), Gallizzi 0 (0/2, 0/1), Bellachioma 0 (0/1, 0/1), Riva ne

Tiri liberi: 9 / 14 – Rimbalzi: 40 10 + 30 (Lemmi, Pavone 8) – Assist: 16 (Gay 7)